sansiroforum

La comunità di sansiro si confronta
 
IndiceFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividi | 
 

 Il leguleio Mavalà

Andare in basso 
AutoreMessaggio
kaabor



Messaggi : 115
Data d'iscrizione : 05.05.08

MessaggioTitolo: Il leguleio Mavalà   Ven Giu 12, 2009 6:52 pm

IL POST E' STATO ELIMINATO DALL'AUTORE


Ultima modifica di kaabor il Sab Mar 06, 2010 8:16 pm, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Nabucco



Messaggi : 139
Data d'iscrizione : 23.04.08

MessaggioTitolo: Re: Il leguleio Mavalà   Lun Giu 15, 2009 2:00 pm

Ben detto Kaabor, la cosa che stupisce di piu' di questi sedicenti politici e' proprio la mancanza di coscienza civile, sociale, storica. Sorvoliamo pure sul leguleio Mavala' (grande nomignolo) che sta diventando la migliore imitazione di se stesso, neppure Marcore' riuscirebbe a fare di meglio. Ma castelli, castelli. Ma ci rendiamo conto che questo signore era il guardasigilli? Un uomo (il termine e' ambizioso, me ne rendo conto) convinto che l'obiezione politica puo' essere sollevata solo da chi versa in condizioni indigenti, tanto, viene da pensare, a voi miserabili chi vi ascolta? Chi guadagna bene non ha diritto ad avere idee progressiste, figuriamoci poi di sinistra? Questo e' il livello intellettuale di questa gente! Badate, e' obiezione che mi sono sentito rivolgere anch'io nel nostro comune e non mi avvicino certo ai guadagni di Grillo, neppure in percentuale ma, mi si diceva (e dice), hai casa, lavoro, salute, perche' difendi i deboli, gli immigrati, i poveri? Ma questa gentaglia ragiona cosi, taci tu che non hai niente di cui lamentarti. Questa pensiero e' allucinante e descrive bene il "modus operandi" berlusconiano: forza ragazzi, montate sulla barca che ce n'e' per tutti e "a culo" chi non la pensa come noi.
Uguale pensiero e' espresso nella frase riguardante i pregiudicati, evidentemente, secondo l'ex-guardasigilli, se un numero sempre maggiore di italiani risolvesse le proprie diatribe uccidendo il rivale di turno, l'omicidio diventerebbe "azione di maggioranza" e come tale andrebbe depenalizzato. Bel concetto per chi proclama ordine e sicurezza ma, a ben pensare, per altri reati e' proprio quello che si e' fatto con il governo berlusconi. Sembra di sentire il vecchio bettino (che del resto sta per essere nominato martire e padre della patria), "rubavamo tutti quindi il furto non e' reato".
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
kaabor



Messaggi : 115
Data d'iscrizione : 05.05.08

MessaggioTitolo: Re: Il leguleio Mavalà   Mar Giu 16, 2009 12:30 pm

Hai proprio ragione Nabucco!
A sostegno di quanto affermi
posso solo aggiungere che
anche i grandi pensatori della
sinistra non erano di origine
cosiddetta proletaria.
Non lo era Marx, nè il suo
amico e collaboratore Engels
(che era, addirittura un
industriale).
Tra i dirigenti dei partiti di
sinistra non lo era Gramsci, né
Togliatti, né Berlinguer, né tutti
gli altri!
E all'estero non lo erano Lenin,
nè Stalin, né Mao, né Castro,
né altri.
Duole dirlo, ma, ahimé, i
cosiddetti proletari si sono
soprattutto distinti nell'aver dato
il loro appoggio alle grandi
sciagure moderne: il fascismo
italiano, come il nazismo in
Germania, come il peronismo in
Argentina - inutile negarlo -
hanno goduto di ampio consenso
tra le masse popolari che si sono
così trasformate in sottoproletariato
e dando vita al populismo.
Oggi, sono soprattutto i
sottoproletari a sostenere
stupidamente e acriticamente
papi e il suo governo.
Se papi gode anche del consenso
della borghesia è unicamente
perché, questa, ne ha quache
vantaggio di ordine economico.
I poveri cristi, invece, i poveri
cristi che vantaggio credono di
aver conquistato?
Al Guardatimbri Castelli non vale
la pena di rispondere!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Il leguleio Mavalà   

Torna in alto Andare in basso
 
Il leguleio Mavalà
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
sansiroforum :: Sansiroforum Regolamento :: Politica :: Politica nazionale-
Vai verso: